domenica 16 giugno 2019

Gallina Moroseta

Per mantenere un orto in buon equilibrio, per tenere sotto controllo la presenza di molte larve e insetti terricoli è buona cosa far razzolare galline e polli
Una pratica molto usata un tempo ma che si è pian piano persa. Sarebbe invece molto importante che cio' si tornasse a fare, utilizzando magari varietà di galline molto rustiche e resistenti
Noi abbiamo scelto di far razzolare le GALLINE MOROSETA

IN QUESTO PERIODO ABBIAMO A DISPOSIZIONE GALLI E COPPIE DI GALLINE MOROSETA 
(per informazioni contattarci)

le nostre moroseta dormono sugli alberi all'aperto
 


le nostre moroseta sono covate e allevate da mamma chioccia

Le Galline Moroseta che abbiamo preferiscono dormire all'aperto, su un albero, anche d'inverno, quanto piove e nevica
Sono state tutte covate e allevate da mamma chioccia.
E' un ottima chioccia e si prende cura dei suoi piccoli
Hanno un carattere molto docile e sono molto adatte ai bambini, tutta da coccolare con le sue piume "pelose"
Inoltre le loro uovo contengono meno colesterolo esono ricche di vitamina D





domenica 17 febbraio 2019

piantine da orto biologiche da sementi antiche 2019


Anche se il gelo e ampie chiazze di neve dominano il paesaggio.. è ormai tempo di pensare alle semine
primaverili. In questi giorni stiamo selezionando le sementi e organizzando i tempi di semina



Ovviamente anche in questo 2019 le nostre sementi saranno sempre più delle sementi riproducibili, antiche e non manipolate. Non utilizziamo sementi super ibride, CMS, OGM o frutto di “genome editing”

Crediamo molto nell' importanza del seme, nella sua vitalità e integrità. Sementi non manipolate e selezionate per una agricoltura famigliare, biologica e che escluda la chimica di sintesi.





METODO DI COLTIVAZIONE:

Utilizziamo terriccio biologico a cui aggiungiamo micorrizze e leonardite

Ovviamente non facciamo uso di ORMONI e STIMOLANTI per la crescita né NANIZZANTI




Ricordiamo che la stragrande maggioranza delle piantine NON biologiche che si trovano sul mercato vengono concimate e trattate con prodotti chimici, con ormoni stimolanti per la crescita e con ormoni “nanizzanti”, prodotti consentiti ma molto criticati dato che a detta di molti interferiscono sul sistema endocrino.


Le nostre piantine crescono grazie a ACQUA (informata) e CALORE, attenzioni e cure. Utilizziamo solo macerati (per lo più di equiseto) e microrganismi effettivi



Per la coltivazione delle piantine non usiamo quindi alcun prodotto di derivazione animale





VARIETA': la scelta delle varietà da proporre è molto accurata e si basa su una attenta e continua sperimentazione e ricerca. Coltiviamo in vaso, in orto e in campo una serie di varietà, non manipolate, per capire quanto siano adatte alla coltivazione sana e sostenibile. Molto ricca la proposta di insalate, pomodori, cavoli, ma anche basilici, peperoni, peperoncini, ma non solo..





PIANTINE IN COLTIVAZIONE E IN SPERIMENTAZIONE:



Il numero maggiore di varietà antiche, riproducibili e non manipolate che stiamo sperimentando e proponendo è sicuramente di pomodori.



Partendo dai "piccoli" ricordiamo:

gli uzielli (i pomodori piu' piccoli al mondo)

ciliegino giallo, verde e ciliegino nero (dolcissimi),

il "principe Borghese" (ciliegino a grappolo),

una dolcissima varietà di Sativa (zuckertraube)

e il "ciliegino blu"(bleu berry). Molto apprezzato il Ribesoides, varietà molto rustica



Ottimo anche i datterini, sia i "tradizionali" che quelli a "peretto" molto molto dolci e di facile coltivazione.

Da provare anche i piccoli pomodori neri



Aumentando la pezzatura del frutto, troviamo il famosi "cuor di bue". E qui la scelta è ampia e variegata sia in termini di forma che di sapore.

l più saporito e apprezzato è il "cuore di bue Rosa" (dal colore rosa intenso e dal sapore dolce). Ottimi anche il "cuore professore", il "cuore antico Nadia" e il "Pera".




Di pezzatura media degli ottimi pomodori "colorati"

dal Tangerin Gazzi (giallo arancio, polpa soda e capace di dare una salsa strepitosa) al Green Zebra (verde), dal Nero di Crimea (marrone) al pomodoro degli indiano Cherokee (il Cherokee Purple) davvero squisito. Ma non mancano pomodori neri, viola, arancioni e
tigrati (il tingerella)



Passando alla forma "allungata" a farla da padroni due pezzi forti il Nasone e il Piccin, ottimo sapore, resistenti e asciutti.

Molto bello anche il Nasone giallo o pomodoro banana




Infine i "pezzi grossi", pomodori dal frutto di grosse dimensioni:

Il Gigante, l'Abano, il Piombino e il Belmonte tondo



Una gamma che si va via via sempre più popolandosi di nuove varietà dalle forme, dai colori e dai sapori sicuramente non banali

Grazie a una collaborazione con Sativa stiamo anche proponendo e sperimentando dei pomodori molto
resistenti e dai sapori decisi, per venire sempre piu' incontro alle esigenze di molte aziende che trovano sul mercato varietà che sono si produttive ma dal sapore insipido o "acquoso"



Per lo stesso motivo stiamo sperimentando alcune varietà di peperone. Tra quelle che proponiamo, ricordiamo il peperone corno di bue rosso e giallo, il quadrato (rosso e giallo) il Cubo Orange
(arancione) il peperone oro e i frigitelli
Vasta gamma di peperoncini piccanti e super piccanti



Restando in ambito di solanacee, le melanzane particolari che proponiamo sono la rossa di Etiopia, la bianca e la verde



Ampia anche la gamma di insalate, oltre alle più
note Canasta e Rossa di Trento, abbiamo anche due ottime varietà di Sativa: la Saladin (iceberg), la  Ovation, Baquii e Roxy molto saporite e molto resistenti all' "andare in seme". Abbiamo inoltre altre varietà di Sativa tipo iceberg e a foglia di quercia (rossa e verde, till e pasha)

Da provare le insalate di varietà antica a cespo rosso



Stesso discorso lo si puo' fare con i cavoli.
Attualmente le varietà di cavolo cappuccio che stiamo seminando sono varietà precoci (sia tonde che a cuore di bue) Molto rustiche e saporite sono:

-        Filderkraut dolci e a super punta

-        Chateaurenard pezzatura medio piccola ma molto compatti e saporiti

-       
Holsteiner cavolo tondo piatto

 Cavolo cappuccio rosso, anche a punta


Oltre ai cavoli proponiamo anche cavolfiori, broccoletti calabresi, cavolo nero, il cavolo rapa (selezione sativa 21), il cavolo riccio, la verza precoce



Non possono mancare:

barbabietole rosse, rosa e gialle,

radicchi a palla rossi e variegati,

finocchi precoci,

prezzemolo comune e riccio

rucola

Vasta la gamma dei basilici. Ai tradizionali basilico ligure, basilico da vaso. basilico greco, anche quest'anno proponiamo il basilico limone, il basilico thai al sapore di anice, il basilico cannella e il basilico violetto (ottimo per pesti colorati)



Molto ampia anche la gamma di zucchine:

Zucchino Nero di Milano, verde chiaro di Faenza, l Alberello di Sarzana, la trombetta di Albenga, la tonda da ripieno



Oltre ai classici Cetrioli stiamo sperimentando il cetriolo dell" Himalaya, l cetriolo serpente, e il cetriolo dei Maya.



Molto particolari il melone tigre dell'Armenia, il Rospo mantovano e molti altri da varie forme e dimensioni



Non mancano nemmeno angurie (soprattutto la baby) sedano, porri e varie tipologie di cipolle. Bietola da taglio e coste a costa colorate e bianca



Infine i fiori utili per l'orto e quelli "mangiabili"



OVVIAMENTE LE PIANTINE SONO DI NOSTRA PRODUZIONE

Tutte le varietà antiche, non manipolate e riproducibili possono essere certificate 


giovedì 3 gennaio 2019

Buona.. costruttiva speranza a tutte e tutti

cosa è cambiato da ieri?? .. nulla.. No, se osservi bene qualcosa è cambiato..
dal 21 dicembre (circa) in poi, i minuti, i secondi, in cui la luce illumina parti di giorno, di Terra, di sensazioni sono leggermente aumentati .. un qualcosa di impercettibile.. ma c'è un po' di più luce nei nostri giorni. Certo affermare ciò in una società in cui la "luce artificiale" (ma non solo la luce, ma anche il cibo, gli abiti, le sensazioni artificiali) la fa da padrona è un po' paradossale.
Ma è inutile negare che da sempre l'essere umano ha tratto da questo periodo dell'anno un qualcosa di speciale.. una SPERANZA. Un sentimento di rinascita.. di  ripartenza.. una speranza.
Una speranza che è nelle sensazioni più che nei fatti E' vero le "giornate si allungano" ma sono ancora ben dominate da gelo, freddo, neve,. Ci vorrà ancora molto affinché quella luce diventi calore capace di accarezzare la Terra e far germogliare alberi e semi. Ci vuole ancora molta speranza fino ad allora,.ma in questi giorni già si percepisce il sussurro della primavera.

Questo è ciò che noi desideriamo augurare a tutte e tutti coloro che passeranno di qua.. una buona e costruttiva speranza che sia il miglior nutrimento per ogni idea, sogno, cammino.. che pian piano germogli e cresca..

Una speranza che non è semplice attesa.. ma è momento importante di riflessione e costruzione.. guardando a cosa è stato il 2018 e pensando a come creare "terreno fertile" per il 2019
Il 2018 è stato un anno difficile per noi, a causa dei grossi danni provocati dal maltempo. Prima la forte grandinata di luglio e poi il vento devastante di fine ottobre. Molti i danni, ma molti anche i gesti di solidarietà e vicinanza, gesti che danno forza a continuare a non cedere ad avversità metereologiche e burocratiche

Ora i nostri terreni stanno riposando, ricoperti da una bella pacciamatura. Una coperta fatta con foglie, fieno, residui vegetali (non plastica) Noi nel frattempo stiamo valutando le prove sperimentali dello scorso anno fatto su pomodori, orticole legumi. Dati che ci servono per individuare le varietà da proporre in questo 2019. Ovviamente varietà riproducibili, non manipolate e vitali Capaci di produrre del buon cibo, sano e nutriente

Stiamo alimentando la speranza, con progetti e collaborazioni che consentano di costruire una rete di realtà, gruppi, coltivatori, associazioni, appassionati che hanno a cuore i SEMI che
condividono conoscenze, esperienze, idee e sementi, dando così vita a un "alternativa" rispetto a un agricoltura, a un coltivare fatto di ibridi, super ibridi, semi manipolati e chimica, pesticidi e ormoni mutogeni. 
Un alternativa da costruire assieme, passo dopo passo.. con passione, conoscenza e speranza

Siamo consapevoli che non ci sono ricette miracolistiche per costruire un alternativa valida a certi modelli di produzione o per incidere sui cosidetti "cambiamento climatici" ma siamo altresì convinti che qualcosa si possa fare.. assieme.. concretamente.. con passione.. conoscenza.. speranza

martedì 25 settembre 2018

l'insalata dolomiti (invernale).. l'insalata ribelle



..non ha le carte in regola..è senza i documenti.. e nonostante cio' gira..circola ovunque.. attraversa i confini.. la hanno vista in mezza Italia, ma anche in Spagna, Francia, Svizzera..



.. non risponde nemmeno alle regole basilari..



..che dire..è per davvero un INSALATA RIBELLE!!!


...è' l' INSALATA DELLE DOLOMITI...

un insalata “antica”,, riproducibile.. che resiste al freddo.. che anomalia delle anomalie ama il freddo.. resiste a temperature ben sotto lo zero e cresce anche sotto la neve..

La abbiamo ritrovata diversi anni fa ad Erto.. paesino che si affaccia sulla drammaticamente nota diga del Vajont.. ce la ha data un vecchio contadino.

Gli era stata affidata dal padre, dal nonno.. uno dei tanti semi riproducibili tramandati di generazione in generazione.. che hanno sfamato generazioni
semino clandestino



Da quel giorno la abbiamo coltivata, assaporata, riprodotta e distribuita ovunque.. dalla Toscana, all' Emilia, dal Friuli alla Liguria.. il buon Diego l'ha portata anche in Spagna e altri in Svizzera e Austria..

La si semina da metà agosto a fine settembre e la si può trapiantare anche a fine ottobre. Ha foglie apparentemente delicate, color verde chiaro che poi si tingono di rosso.. fa cespi grandi ed ha un sapore delicato, dolce.. molto gradevole. Assomiglia molto alle fragranti insalate estive, solo che lei la si può mangiare in pieno inverno


E' un insalata che detesta i prodotti chimici di sintesi, molto adatta alla coltivazione naturale, biologica.. magari in consociazione con qualche porro o rapa rossa..



Ma cos'è questa storia delle “carte non in regola”? Mica serviranno delle “carte” anche alle insalate?

Ed invece si..le carte servono eccome.. in base a una serie di leggi e leggine..italiane ed europee, anche le insalate, come del resto ogni altra semente “devono” essere “registrate”,, iscritte in registri.. regolamentate..

Altrimenti è come se non esistessero..altrimenti non possono essere commercializzate



Una semente che ha decenni..secoli di storia viene bandita dai nostri campi, dai nostri orti per una serie di provvedimenti di burocrati e politicanti che hanno più a cuore gli interessi di grandi e piccole ditte sementiere, che non la biodiversità tipica dei nostri territori.



Troviamo paradossale che sia consentito l'uso (anche in biologico) di sementi ibride irriproducibili e addirittura dei famigerati CMS (ibridi a sterilità maschile citoplasmatica)

mentre si mettono alla porta sementi vitali e capaci di adattarsi a cambiamenti climatici e a situazioni di coltivazione difficili. 


lunedì 30 luglio 2018

Piantine autunnali da semi non manipolati e antichi

Piantine "autunnali" anche da semente antico, riproducibile e non manipolato

Ormai ci siamo! Luglio e agosto sono i mesi in cui si mettono a dimora le piantine "autunnali", cio' quelle piantine che ci daranno ottimo e saporiti frutti da settembre in poi.
Anche quest'anno proponiamo una serie di varietà per lo più riproducibili, ottenute da sementi antiche e comunque non manipolate. Lungi da noi l'idea di usare semi "super ibridi", CMS o manipolati in base alle nuove tecniche di "mutagenesi sito specifica" (NBTs)
Prosegue anche il notro "lavoro" di sperimentazione di varietà riproducibili, che coltiviamo per circa 3 anni prima di proporle ai nostri clienti. 
Ricca di colori e forme la serra dedicata alla sperimentazione di svariate varietà di pomodori, ma anche di peperoni, melanzane, insalate, cavoli e molto altro

Tra le varietà che proponiamo in questo periodo ci sono:

CAVOLO CAPPUCCIO 
- cavolo cuore vaietà chateaurenard (varietà antica recuperata da Pro Spece Rara, - Sativa)
-cavolo cuore aruetà filderkraut (a super punta di Pro spece Rara - Sativa)
- cavolo tondo varietà Holster Plater (tondo piatto, di Pro Spece Rara - Sativa)
- cavolo tondo


CAVOLO VERZA
verza violacea di Verona
Verza Paradiesler (varietà antica di Pro Spece Rara Sativa)

CAVOLFIORE
Cavolfiore bianco (varietà tabiro - Sativa)
Cavolfiore Verde di Macerata (bioseme)
Cavolfiore viola di Sicilia (bioseme)


BROCCOLO
broccolo calabrese

CAVOLO RAPA
cavolo rapa bianco Lanro (varietà antica di Pro Spece Rara - Sativa)
cavolo rapa viola Dyna (varietà antica Pro Spece Rara - Sativa)

CAVOLO RICCIO
cavolo riccio Osterfiesische palme - verde- varietà antica di Pro Spece Rara - Sativa)

cavolo riccio Rosso - varietà antica di pro Spece Rara - Sativa

.. in sperimentazione abbiamo delle vere e proprie chicche
CAVOLO GALIZIANO cavolo da foglia, dal gusto delicato ottimo per zuppe
BROCCOLO FIOLARO tipico del vicentino, una specialità
ERBA RAVA rapa dolce dalla pasta morbida, ottima per fermentati e saltata in padella.Tipica del feltrino (recuperata da Rino di Lamon

INSALATE
in questo periodo abbiamo una serie di insalate di Sativa 

-Roxy insalata rosso scuro brillante a cespo
- Pasha insalata a foglia di quescia rossa
- Baquieu varietà antica a cespo, resiste al freddo

. insalata scarola

RADICCHI
i classici.. 
- palla rossa di Verona
- Palla rossa di Chioggia
- variegato di Lusia
- cicoria Mantovana
- Treviso Precoce e tardivo
- Pan di Zucchero

Come detto è anche possibile visitare il campo catalogo di Pomodori, peperoni e melanzane

Consigliamo..
in questo periodo umido di tenere sotto contro  le nostre piante, prestando attenzione agli attacchi di Oidio (si manifesta con una patina biancastra sulle foglie, soprattutto di cetrioli e zucchine)
Lo si puo' contrastare con irrorazioni di acqua e bicarbonato (1 cucchiaio in 1 liro d'acqua)
Occhio anche ai pomodori che fanno l'apice nero (detto anche volgarmente culo nero)
Lo si puo' risolvere con irrorazioni di calcio







lunedì 23 aprile 2018

piantine biologiche anche da seme antico non manipolato

PIANTINE DA ORTO BIOLOGICHE ANCHE DA SEMENTI ANTICHE, RIPRODUCIBILI, NON MANIPOLATE E VITALI..


In queste giornate calde e soleggiate le nostre serre son popolate da una miriade di piantine biologiche, molte delle quali sono state ottenute da sementi antiche, non manipolate, resistenti e riproducibili. Una scelta che contraddistingue il nostro lavoro da quasi un decennio.
Prosegue anche in questo 2018 la sperimentazione e la proposta di varietà particolari, rare, tipiche, adatte al nostro clima e territorio, all'insegna della biodiversità, della salubrità e dei sapori.
Grazie alla collaborazione con una serie di associazioni, realtà e singoli "salvatori di semi" siamo riusciti a recuperare una notevole quantità di varietà che sperimenteremo nei nostri terreno per alcuni anni, prima di proporle ai nostri clienti.
Il numero maggiore di varietà antiche, riproducibili e non manipolate che stiamo sperimentando e proponendo è sicuramente di pomodori.
Partendo dai "piccoli" ricordiamo:
gli uzielli (i pomodori piu' piccoli al mondo)
ciliegino giallo e ciliegino nero (dolcissimi),
il "principe Borghese" (ciliegino a grappolo),
una dolcissima varietà di Sativa (zuckertraube)
e il "ciliegino blu"(bleu berry)
Ottimo anche i datterini, sia i "tradizionali" che quelli a "peretto" molto molto dolci e di facile coltivazione.
Da provare anche i piccoli pomodori blu e neri
Aumentando la pezzatura del frutto, troviamo il famosi "cuor di bue". E qui la scelta è ampia e variegata sia in termini di forma che di sapore.
l più saporito e apprezzato è il "cuore di bue Rosa" (dal colore rosa intenso e dal sapore dolce). Ottimi anche il "cuore professore", il "cuore antico Nadia" e il "Pera". Da provare il Canestrino e l'Albenga
Di pezzatura media degli ottimi pomodori "colorati"
dal Tangerin Gazzi (giallo arancio, polpa soda e capace di dare una salsa strepitosa) al Green Zebra (verde), dal Nero di Crimea (marrone) al pomodoro degli indiano Cherokee (il Cherokee Purple) davvero squisito. Ma non mancano pomodori neri, viola, arancioni e tigrati (il tingerella)
Passando alla forma "allungata" a farla da padroni due pezzi forti il Nasone e il Piccin, ottimo sapore, resistenti e asciutti. Molto bello anche il Nasone giallo o pomodoro banana
Infine i "pezzi grossi", pomodori dal frutto di grosse dimensioni:
Il Gigante, l'Abano, il Piombino e il Belmonte tondo
Una gamma che si va via via sempre più popolandosi di nuove varietà dalle forme, dai colori e dai sapori sicuramente non banali
Grazie a una collaborazione con Sativa stiamo anche proponendo e sperimentando dei pomodori molto resistenti e dai sapori decisi, per venire sempre piu' incontro alle esigenze di molte aziende che trovano sul mercato varietà che sono si produttive ma dal sapore insipido o "acquoso"
Per lo stesso motivo stiamo sperimentando alcune varietà di peperone. Tra quelle che proponiamo, ricordiamo il peperone corno di bue rosso, il quadrato (rosso e giallo) il Cubo Orange (arancione)
il peperone oro e i frigitelli
restando in ambito di solanacee, le melanzane particolari che proponiamo sono la rossa di rotonda, la bianca e la verde

Ampia anche la gamma di insalate, oltre alle più note Canasta e Rossa di Trento, abbiamo anche due ottime varietà di Sativa: la Saladin (iceberg) e la  Ovation, molto saporite e molto resistenti all' "andare in seme". Con il passare del tempo queste varietà verranno integrate con altre più tardive e adatte a climi diversi
Stesso discorso lo si puo' fare con i cavoli. Attualmente le varietà di cavolo cappuccio proposte sono varietà precoci (sia tonde che a cuore di bue) Ma a breve si troveranno anche varietà semi tardive e tardive (di Sativa) adatte alla coltivazione autunnale
Oltre ai cavoli proponiamo anche cavolfiori, broccoletti calabresi, cavolo nero, il cavolo rapa (selezione sativa 21), il cavolo riccio, la verza precoce
Non possono mancare: barbabietole rosse, rosa e gialle, i radicchi a palla rossi e variegati, finocchi precoci, prezzemolo e rucola
Vasta la gamma dei basilici. Ai tradizionali basilico ligure, basilico da vaso. basilico greco, anche quest'anno proponiamo il basilico limone, il basilico thai al sapore di anice, il basilico cannella e il basilico violetto (ottimo per pesti colorati)
Molto ampia anche la gamma di zucchine, cetrioli e meloni
Zucchino Nero di Milano, verde chiaro di Faenza, l Alberello di Sarzana, la trombetta di Albenga, il cetriolo dell" Himalaya, l cetriolo serpente, il melone tigre dell'Armenia, il Rospo mantovano e molti altri da varie forme e dimensioni
Non mancano nemmeno angurie e altre interessanti novità
Infine i fiori utili per l'orto e quelli "mangiabili"

Una vasta proposta di colori, sapori, profumi tutti da provare e sperimentare. Tutti coltivati con metodo biologico
Partendo da seme bio, seme non manipolato e riproducibile (No CMS, No super ibridi, No OGM).. coltivato con terriccio biologico a cui abbiamo aggiunto micorizze che abbiamo irrorato con acqua informata.
Per noi il biologico e la biodiversità non sono mode da seguire o opportunità da cogliere e proporre assieme a prodotti intrisi di chimica di sintesi, ormoni e schifezze varie, per noi biologico, biodiversità e salubrità sono dei punti fermi su cui si basa il coltivare
OVVIAMENTE LE PIANTINE SONO DI NOSTRA PRODUZIONE




sabato 31 marzo 2018

buona Pasqua.. buona primavera

La Pasqua.. ma anche i festeggiamenti per l'inizio della primavera.. racchiudono una forte essenza di "rinascita", "rigenerazione".. "risveglio" dopo il torpore dell'inverno..
Crediamo che ciò che  rappresenta al meglio questo spirito è un GERMOGLIO che si apre alla vita..

Un GERMOGLIO che è importante sia generato da
un SEME VITALE.. RIPRODUCIBILE.. ANTICO.. 
Un seme costruito grazie alla terra, a un territorio, al sole, a un ambiente e alla passione.. all'amore, al sapere dell'uomo che se ne è preso cura... per decenni o per secoli. Un seme che genererà piantine coltivate in modo sano, senza chimica di sintesi e ormoni.. 
un SEME VITALE.. un "seme di vita."

Purtroppo sono rimasti pochi i semi con queste caratteristiche, la stragrande maggioranza dei semi vengono "creati" in qualche laboratorio di questa o quella multinazionale sementiera. Sono semi modificati e manipolati, alterati nella loro essenza, utili solo per rispondere a esigenze di mercato e profitto..
(purtroppo spesso usati anche in biologico)

Noi non ci arrendiamo a questi tentativi di manipolazione dei semi, del vivere. Siamo convinti che la vitalità dei germogli, l'essenza della Natura, siano più forti della cupidigia di alcuni.
E' a questa essenza che noi affidiamo i nostri auguri
Auguriamo a tutti una Buona Pasqua, una buona Primavera..
intrise di vita, di vitalità, di salubrità

Nonostante la buona stagione sia decisamente ritardataria quest'anno.. le nostre serre si stanno riempiendo di piantine biologiche per lo più generate da semente riproducibile.. vitale e antica, coltivate senza sostanze chimiche di sintesi, ormoni e prodotti di derivazione animale.
Non mancano i fiori utili per l'orto, fiori commestibili, piante aromatiche, alberida frutto, fiori stagionali e tanto altro.