mercoledì 21 settembre 2016

COSA SI PUO' PIANTARE NELL'ORTO A SETTEMBRE?

Cosa si puo' seminare a fine settembre?
La domanda è molto frequente in questi giorni in qui le temperature e le "ore di luce" ci fanno percepire l'arrivo dell'autunno.
Qualche anno fa a una domanda del genere avremmo risposto "nulla.. ormai è troppo tardi, non si puo' piantare nulla nell'orto".
Oggi invece, grazie alla ricerca, sperimentazione e coltivazione di piante di varietà antiche e resistenti, possiamo rispondere.. "a fine settembre possiamo piantare nell'orto ..le INSALATE INVERNALI"

Crediamo che sia fondamentale offrire delle piante che ci consentano di prolungare sempre più la coltivazione dell'orto anche in periodo freddi (soprattutto in zona come la nostra)
Ed è per questo che abbiamo fatto della ricerca e sperimentazione un elemento fondamentale per il nostro lavoro
Ma quali sono le varietà di insalata che possiamo ancora piantare?

Innanzitutto la ormai celeberrima INSALATA DELLE DOLOMITI (l'insalata
ribelle) molto resistente alle basse temperature, ci darò un bel cespo di insalata croccante, leggermente crespa dal colore verde rossastro. Se la si coltiva sotto tunnel o se i mesi di ottobre e novembre non sono particolarmente rigidi (pur coltivandola all'aperto) potremo mangiare l'insalata già prima di Natale
(per ulteriori informazioni cliccare qui)

Ma quest'anno stiamo sperimentando altre due varietà di insalata invernale:
la Bruna d'Inverno (seme sativa) e la Baqui rossa invernale (sativa)
Abbiamo già effettuato delle prove in campo, piantando le due varietà a inizio settembre e i risultati sono stati ottimi, sia per quel che riguarda la produttività che la qualità. Ora invece testiamo la loro resistenza al freddo, prova già ampiamente superata dalla "insalata delle Dolomiti"



A inizio settembre abbiamo piantato in campo e in vaso anche una serie di cavoli e broccoli adatti a una coltivazione autunnale e invernale.



Stiamo testando la capacità di resistenza al freddo di:

                      CAVOLO RICCIO    ci ha già dato ottimi risultati lo scorso anno, alcune
piante messe  a dimora nell'autunno 2015, dopo aver fiorito, stanno ancora oggi ricacciando e dando ottime foglie e apici per zuppe, minestre, pesti e molto altro
CAVOLO GALIZIANO (couve galaga - detto anche cavolo portoghese) Usato per il "caldo verde portoghese" è ottimo cavolo dal sapore delicato (più delicato del cavolo nero) molto resistente al freddo


cavolo cuore FILDERKRAUT  (sativa) ottimo per fare crauti, molto dolce

cavolo cure CHATEAURENARD di medio piccole dimensioni ma molto compatto e resistente al freddo
cavolfiore verde di Macerata (Bioseme)
Verza di Piacenza (Bioseme)


Novità assoluta la sperimentazione dell' ERBA RAVA, una rapa molto antica i cui semi sono stati recuperati a Lamon, dalla polpa rosata, dolce e adatta a molti piatti sia legati alla tradizione locale che innovativi




A breve i risultati della sperimentazione in campo di:
- trenta varietà di pomodori antichi, riproducibili e.. nonostante l'anno funestato dalla peronospora.. decisamente resistenti
- 10 varietà di Melanzana (tonda rossa, bianca ecc..)
- 10 varietà di peperoncino piccante (carolina reapper, trinidad skorpion, habanero chocolate, orange, red e bianco. naga moric ecc..)
- 6 varietà di peperone dolce (arancione, corno giallo e bianco ecc..)
- 8 varietà di basilico (all'anice, cannella, al limone. viola, nero ecc.)
- 3 varietà di Patata (a polpa rossa, a polpa viola, turchese)

oltre alla partecipazione al progetto: miglioramento genetico partecipativo di varietà antiche di fagioli locali (con il fagiolo bonel di Fonzaso)


va inoltre ricordato che da questo periodo si possono mettere a dimora anche le piante di NOCE FELTRINO 
(per ulteriori informazioni e per conoscere le varietà cliccare qui)

Nessun commento:

Posta un commento